Palazzo Castiglioni

Corso Venezia, 47/49
20121 Milano

Visualizza la mappa

L’edificio è aperto al pubblico per le proprie attività istituzionali

Progetto di restauro conservativo della facciata

Gli interventi di pulizia e restauro conservativo della facciata principale lungo Corso Venezia si possono riassumere in:

- una fase relativa alle campionature preliminari: 1) Campionatura della superficie di facciata in pietra; 2) Campionatura degli elementi decorativi in pietra e conglomerato cementizio; 3) Campionatura degli elementi decorativi in rame; 4) Campionatura degli elementi decorativi in ferro; 5) Campionatura delle malte;
- una fase di esecuzione opere: 1) Allestimento ponteggi; 2) Completamento delle campionature; 3) Lavaggio preliminare di tutta la facciata mediante nebulizzazione a bassa pressione; 4) Pulitura degli elementi ornamentali e decorativi in pietra ed in conglomerato cementizio; 5) Rimozione delle spesse croste nere mediante impacchi con specifici reagenti e con tempi idonei; 6) Pulitura del rame e degli elementi in ferro mediante specifici prodotti applicati a pennello, con successiva passivazione, verniciatura dei ferri e protezione antiossidante del rame stesso; 7) Pulitura dei graffiti presenti sulla zoccolatura; 8) Rimozione delle patine protettive traslucide ben visibili anche da terra applicate in precedenti interventi; 9) Rimozione meccanica mediante specifici micro-scalpelli pneumatici, scalpelli e bisturi, di ricostruzioni e sigillature operate in precedenza e non congrue alle varie superfici materiche; 10) Interventi di imperniatura, quando reputati indispensabili, approntati con barre in vetroresina di vario diametro e resina bicomponente epossidica; 11) Interventi di consolidamento materico-strutturale; 12) Integrazioni formali e sigillature quando assolutamente necessario, mediante specifiche malte formulate con appositi inerti selezionati per colore e granulometria e leganti rispondenti alle caratteristiche di idraulicità e privi di sali idrosolubili ed igroscopici (secondo campionatura); 13) Consolidamento chimico quando necessario delle superfici lapidee decoese; 14) Trattamento idrorepellente di tutta la facciata mediante specifico prodotto silossanico, incolore, opaco e resistente ai raggi UV; 15) Trattamento antigraffito della parte inferiore fino ad una altezza di 3 metri della facciata mediante prodotto poliacrilico-silossano in dispersione acquosa incolore e resistente ai raggi UV ed eventualmente removibile con getto d’acqua calda.

Testo a cura di
Carlo Bono e Stefania Locatelli